Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Stop agli intrusi nei parcheggi per disabili

I furbetti della sosta a danno dei disabili avranno vita difficile con Tommy, il dispositivo realizzato dall’Aci, installabile nei parcheggi in concessione ai portatori di handicap. Si tratta di un dissuasore elettronico della sosta, dotato di un pannello fotovoltaico che lo alimenta e di un telecomando che ne controlla il movimento, quando è alzato costituisce un ostacolo al parcheggio dell’auto. Distribuito da un’azienda italiana, viene utilizzato per la prima volta su strade pubbliche aperte al traffico. Il primo dispositivo è stato installato a Roma in via Gulli (angolo viale Mazzini) e durerà tre mesi. Poi il dispositivo sarà diffuso a livello nazionale. Il nome deriva da Tommaso, figlio autistico di Gianluca Nicoletti, fondatore di Insettopia, associazione che promuove la cultura dell’integrazione e della solidarietà sociale, destinare tutte le sue attività in via esclusiva a soggetti svantaggiati.

  • Agata |

    Hai ragione Alberto. I parenti approfittatori sono disgustosi. Ma almeno con questo sistema si limitano una parte dei comportamenti illegali. In ogni caso, le persone che non rispettano le regole stradali non li definirei semplicemente “furbetti”, ma criminali.

  • ALBERTO |

    Ma tutte le auto che i parenti e non dei disabili occupano abusivamente grazie al
    contrassegno dove in che categoria li mettiamo

  Post Precedente
Post Successivo