Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

In Cassazione colpa non trasferita

neonato
 Vi ricordate un film del 2012 “È stato il figlio” ambientato a Palermo con Toni Servillo, quando alla fine del film viene fatto incarcerare un ragazzo disoccupato per omicidio invece del cugino assassino, perché quest’ultimo era in grado di mantenere tutti i parenti della vittima? Anche in una sentenza di Cassazione del 10 settembre 2014 si legge che un trentenne di Torino, il quale aveva strattonato il figlio neonato di un mese perché infastidito dal pianto del piccolo e provocandogli gravissime lesioni, aveva cercato di nascondere la sua colpa chiedendo a sua madre, nonna del piccolo, di dire che era stata lei a farselo cadere dalle braccia. Questa volta invano