Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

In piazza con il Movimento dei genitori

Per richiamare i diritti per i propri figli, la corretta applicazione della legge 54 sull’affidamento condiviso e più tutele per le famiglie colpite dalla crisi, il Movimento dei genitori ha organizzato, per il 15 ottobre in venti città italiane, sit-in, flash mob e proteste davanti ai Tribunali. In particolare, i genitori chiedono risposte e soluzioni ai continui passi indietro che si fanno in tema di bigenitorialità e affidamento condiviso dei minori, con una particolare attenzione sul Decreto filiazione, che riguarda l’uguaglianza tra i figli nati dentro e fuori dal matrimonio. Le sedi giudiziarie coinvolte saranno: Milano, Varese, Torino, Asti, Genova, Imperia, Savona, Bologna,Parma, Forlì, Firenze, Venezia, Trento, Roma, S. Maria Capua Vetere, Cosenza, Taranto, Bari, Cagliari, Catania e Palermo. Mamme, papà e associazioni, inoltre, chiedono: che i servizi sociali abbiano una Carta dei Servizi (un vademecum disponibile ai genitori nella relazione con i servizi sociali); l’istituzione del Tribunale unico della famiglia e dei patti patrimoniali; l’introduzione della mediazione familiare gratuita e del reato di stalking familiare. Ho scritto questo post per spirito informativo e democratico essendo molto sensibile all’argomento ma prendo le distanze da alcune punti del movimento contenuti in http://it.wikipedia.org/wiki/Moige: per me ok lotta a bullismo, pedofilia e dipendenza videogiochi, sulla sessualità la penso diversamente e con meno rigidità. Aggiungo anche il loro sito http://www.moige.it/