Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Quando l’insulto è scusabile

Una recente sentenza della Corte di Cassazione, la n.29942 della quinta Sezione penale ha dato torto a un albergatore trentino insultato da un cliente perché avrebbe vietato la doggy bag (il sacchetto per il cibo avanzato per darlo ai propri cani e il riempimento della borraccia), annullando la condanna per ingiurie inflitta dalla Corte di Appello di Trento a un friulano che era stato denunciato dall’albergatore perché, a fronte del mancato riconoscimento della pretesa di appropriarsi di ciò che costituiva il residuo della consumazione, aveva rimproverato il gestore dell’attività fino a osservare che il «servizio era da schifo».