Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Porto di Imperia, assolto Bellavista Caltagirone

Assoluzione con formula piena per Francesco Bellavista Caltagirone nell’ambito del processo sul porto di Imperia. L’imprenditore è stato assolto «perché il fatto non sussiste» dal tribunale collegiale di Torino, presieduto da Maria Cristina Domaneschi.  Oltre a Bellavista Caltagirone, con la stessa formula sono stati assolti l’ad Andrea Gotti Lega, la dirigente Delia Merlonghi, amministratore di Acquamare, società che ha costruito il porto di Imperia, Stefano Degl’Innocenti, dirigente di Acqua Marcia. Assolte con formula piena anche le stesse società Acquamare e Acqua Marcia. Il tribunale ha disposto la restituzione di tutti i beni sequestrati. Uscendo dal tribunale, Bellavista Caltagirone ha espresso fiducia nella giustizia «per come con rigore assoluto ha gestito e concluso il processo». L’imprenditore ha subito una carcerazione preventiva di oltre 9 mesi. Così il Corriere della sera dell’8 novembre riporta una frase dell’imprenditore: “Il carcere non è solo sofferenza fisica e mentale, e io ho perso 12 chili, ma è terribile soprattutto l’impossibilità di difendersi, accusa e difesa non hanno pari diritti, solo in Italia c’è una custodia cautelare come quella che ho patito io”.