Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Entrate ritira pagamento di 7.500 euro

toga_tribunale1
agenzia-entrate
LA NOTIZIA DI SABATO Una cartella esattoriale dall’agenzia delle Entrate con la richiesta di 7.500 euro per l’omesso pagamento di imposte ed oneri accessori dovuti sulla sentenza civile. E’ quanto ha ricevuto Rosa Polce, madre di C., donna scomparsa nel 2005 a Cancello ed Arnone (Caserta) e per il cui assassinio è stato condannato il convivente. La donna si è costituita parte civile nel processo sull’assassinio della figlia, ma il convivente è nullatenente e sono state chiamate quindi tutte le parti in causa a pagare le spese processuali. A rendere nota la vicenda sono gli avvocati Angelo e Sergio Pisani. LA NOTIZIA A LIETO FINE DI LUNEDì. L’agenzia delle Entrate ha annullato “in autotutela” l’avviso di liquidazione di 7.500 euro. L’agenzia in una nota precisa, inoltre, che “il pagamento dell’imposta di registro è stato richiesto a tutte le parti del processo, come prevede la legge, in quanto la Cancelleria del Tribunale non ha attivato la procedura per la registrazione a debito”.