Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Assolte, tre Oss accusate di maltrattamenti

m_69o3
Accusate di maltrattamenti ai degenti dell’Istituto ospedaliero di Sospiro (Cremona), ieri sono state assolte dal tribunale di Cremona tre operatrici socio sanitarie coinvolte nella vicenda processuale innescata da un esposto presentato alla Procura della Repubblica il 21 febbraio del 2012. M. decise di licenziarsi perché, essendo considerata l’orco cattivo, si era creata una situazione incompatibile con un sereno rapporto collaborativo, O. fu sospesa e poi reintegrata, ma mandata a lavorare in un altro istituto, a cinquanta chilometri di distanza, mentre per R. non furono presi provvedimenti, ma solo perché era in maternità. Sono state assolte perché il fatto non sussiste, dall’accusa di aver maltrattato gli ospiti ricoverati nel reparto Rsd1 nucleo B, affetti da gravi deficit psichici. Così ha deciso il gup, Andrea Milesi, che si è preso 90 giorni per depositare la motivazione della sentenza arrivata al termine del processo che si è celebrato con il rito abbreviato e nel quale il pm aveva chiesto la condanna a 1 anno di reclusione solo per M. e l’assoluzione per O. e R..
  • Enrico Bronzo |

    L’AUTORE DELL’ARTICOLO Uno dei prossimi post che metterò è quello dell’aumento del 10% delle spese sanitarie per difendersi dalla valanga di ricorsi che vengono presentati quando un paziente muore in ospedale. Sono 13 miliardi di euro. Io nel mio piccolo mi devo difendere per questo invio al collegio infermieri. Bene: 1) ho sbagliato, ho inserito alle 0,40 il post di un’agenzia che aveva il titolo sbagliato, mi scuso, è la prima volta che mi succede; 2) il post è stato letto da 4 persone prima che alle 9,44 correggessi il titolo; 3) per fortuna che le operatrice sono state assolte altrimenti chissà cosa faceva il sig. Paolo; 4) in banca dati Lex24 ho visto decine di condanne di infermieri, da ultimo per aver lasciato un paziente senza la sbarra laterale, non è quindi lesa maesta parlare di infermieri e giustizia. Non ho alcun motivo per avercela con la vostra categoria, anzi ho ottimi ricordi di come si sono occupati di mio papà. Peraltro professionalmente – e soprattutto fatti personali negativi – non devono intaccare l’oggettività dell’informazione, anche in un blog. Mi sembra che il danno di immagine sia stato oggettivamente irrisorio ma se qualcuno ha tempo di indignarsi e di alzare polveroni non posso che scuotere la testa e attendermi ulteriori polemiche. Comunque sia ringrazio i miei lettori anche occasionali e grazie anche per le mail

  • Nurse Max |

    Infermiere o OSS?
    C’è una sostanziale differenza, fatta di titolo di studio, preparazione e attività.
    Attenzione a che termini usate, specialmente quando non li conoscete a fondo.

  • Paolo |

    Erano OSS non infermiere quindi prego di correggere il titolo, naturalmente ho provveduto ad inviare l’articolo al collegio infermieri per informarli dell’insulto alla professione che avete causato

  • Cinzia |

    Titolo inesatto e lesivo della dignità del personale infermieristico. Gli operatori socio sanitari NON sono
    Infermieri!

  Post Precedente
Post Successivo