Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Prescrizione, 73% nelle indagini preliminari

images
Oltre un milione e mezzo di processi sono andati in fumo causa prescrizione negli ultimi 10 anni: procedimenti nei quali la sentenza l’ha scritta il tempo, non i giudici. Alla vigilia di un Consiglio dei ministri lunedì, in cui, tra le altre misure, sarà nuovamente esaminata quella sulla prescrizione, un quadro della situazione arriva dalle tabelle della Direzione generale statistiche del ministero della Giustizia: tra 2004 e 2013, i procedimenti penali chiusi con prescrizione sono stati 1.552.435. Dal 2004 al 2012 le cifre hanno visto, nel complesso, un decremento: da 219.146 a 113.057. Preoccupa il balzo a 123.078 del 2013, “con 10mila prescrizioni in più sull’anno prima”, fa notare il viceministro alla Giustizia, Enrico Costa (Ncd). Ma l’aspetto centrale su cui riflettere e intervenire, è un altro: “Oltre il 70% delle prescrizioni si determina in fase di indagini preliminari. Un’anomalia – spiega Costa – che non può essere ricondotta ad azioni dilatorie della difesa, ma spesso è legata a un dribbling non dichiarato dell’obbligatorietà dell’azione penale che si traduce in una selezione dei casi da prendere in carico”.