Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

In carcere per difendere i mestoli di legno

imagesCAYMIVT9Meglio il carcere che rinunciare al mestolo di legno per cucine; la proprietaria di un negozio di prodotti organici a Graz, in Stiria, di fronte a una multa di 550 euro per rifiutarsi di passare ai più igienici utensili in plastica, ha preferito andare per due giorni e mezzo in galera. L’irriducibile signora, pioniera di un negozio aperto 35 anni fa è considerato il primo e più antico negozio di prodotti biologici in Austria, si è sempre rifiutata di piegarsi alla legge sanitaria che prescrive di abbandonare il legno per la plastica, più igienica. Dopo ingiunzioni e ricorsi vari, il tribunale amministrativo le ha inflitto la multa. Ma la donna si è rifiutata di pagarla preferendo il carcere, e suscitando un’ondata di simpatia in tutto il paese, incluso il presidente della camera di commercio federale, Christoph Leitl, e del Land, Josef Herz. “Con tutto il rispetto per le norme igieniche, sul mestolo siamo alla follia”, ha detto Herz: “vado volentieri due giorni in carcere con la signora,in diretta live, per fare arrivare il messaggio”. La multa – si legge sui siti austriaci – riguardava inoltre il coperchio sui bidoni della spazzatura e carenze nella formazione del personale e nella documentazione.
  • arthemis |

    “riguardava anche..” quindi non è stata (solo) colpa del mestolo. Spero almeno che, da brava massaia, riservi ciascun mestolo a un uso specifico…

  Post Precedente
Post Successivo