Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Dieci anni di carcere a due omofobi

panorama
E’ giunto a sentenza il processo a carico dei tre che nel giugno del 2009, in piazza Bellini a Napoli, aggredirono una ragazza 26enne casertana, procurandole lesioni gravi, semplicemente perché aveva difeso dagli insulti omofobi dei tre l’amico gay col quale passeggiava. E’ di dieci anni di reclusione la pena stabilita dai giudici, che hanno condannato due dei tre imputati per tutti i capi di imputazione, cioè per l’aggressione e il tentativo di rapina. Ecco il commento Flavio Romani, presidente di Arcigay: “l’omofobia, insomma, esiste e deve essere al più presto contemplata dal nostro codice penale, per mettere nelle mani dei magistrati lo strumento più adatto a tutelare chi di questo crimine è quotidianamente vittima”. COMMENTO: è inaccettabile che uno pensi di essere superiore a un altro perché questo è gay
Tags:
  • Gabriele |

    Ritengo che la pena sia stata inflitta, come dice l’articolo, per aggressione, violenze e rapina, NON per l’omofobia, reato d’opinione e quindi non punibile in un paese civile.
    Al momento, per fortuna, ognuno è ancora libero di pensarla come vuole, purchè rispetti le altrui idee e le altre persone, intese proprio come persone, indipendentemente dai gusti sessuali o alimentari o altro…

  • Luka |

    “è inaccettabile che uno pensi di essere superiore a un altro perché questo è gay”.
    Pienamente d’accordo. Ma dalla sentenza, dal commento e dall’articolo in generale traspare un altrettanto giudizio iniquo e inaccettabile, vale a dire che picchiare un gay è più grave di picchiare qualcun altro. I reati di aggressione con aggravanti per futili motivi o discriminazioni ci sono già. Una legge sarebbe l’ennesima inutilità dell’ordinamento giuridico italiano. Ricordarsi cosa si diceva nei Promessi Sposi: tante grida sinonimo di corruzione e ingiustizia.

  • Alida |

    Se picchia una recchia orami vai in galera.

  • Alberto |

    E per un omicidio in alcuni casi danno invece 7 anni?

  Post Precedente
Post Successivo