Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Aiuto, mi si è ristretta la cella

carcere-cella
E’ la Cassazione a mettere nero su bianco il requisito minimo, facendo esplicito riferimento alla giurisprudenza europea, in particolare alla sentenza Torreggiani, con cui la Corte europea dei diritti umani (Cedu) nel gennaio 2013 ha condannato l’Italia per il sovraffollamento delle carceri. Dopo quella pronuncia il governo era dovuto correre ai ripari con un piano d’azione, stabilendo anche – attraverso il decreto convertito ad agosto – un risarcimento per i detenuti che abbiano scontato la pena in una situazione contraria al senso di umanità. Con 54mila detenuti, il sovraffollamento si è drasticamente ridotto rispetto ai livelli precedenti alla sentenza Cedu. E la stessa Corte Europea ha respinto oltre 3.500 istanze presentate dopo la sentenza pilota. Quindi per non essere degradante una cella deve avere “con superficie calpestabile pro capite non inferiore a tre metri quadrati”, parametri non rispettati “sempre o quasi sempre anche senza tenere conto dell’ingombro costituito da letto, armadio e lavabo”.