Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Dentista abusivo di lusso

studio-1
I Nas hanno scoperto un dentista abusivo, colto sul fatto a Sulmona (L’Aquila), a cui è stato sequestrato uno studio attrezzato da mezzo milione di euro. “L’immagine dell’abusivo che si improvvisa in una struttura fatiscente – spiega all’Adnkronos Salute il presidente dei dentisti italiani – non rispecchia la realtà. Gli abusivi non si riconoscono a prima vista”. Controlli? «Gli strumenti ci sono» continua. In primo luogo «è necessario controllare la laurea, che deve essere affissa nello studio. Inoltre il paziente deve pretendere che il dentista che lo ha visitato, e il cui nome corrisponde alla laurea, si occupi personalmente del suo caso e che non l’affidi, magari dopo un primo controllo, a un’altra persona la cui qualifica non sia chiara».  Infine, «è utile accertarsi del nome del professionista e guardare sui siti dei Cao provinciali, per verificare se si tratta di un iscritto all’albo».