Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il furto d’energia da Bangkok a Bari

contatori-furto-di-energia-eletrica
Potenti magneti applicati ai contatori per modificare i consumi che risultavano così inferiori rispetto a quelli reali: è uno degli espedienti scoperti dai militari della Guardia di finanza di Bari che, in collaborazione con la security dell’Ente nazionale energia elettrica, hanno denunciato 43 persone per furti di energia elettrica nelle province di Bari e Bat (Barletta-Andria-Trani). Si tratta soprattutto di titolari di esercizi commerciali – bar, pizzerie, ristoranti, officine meccaniche, supermercati, panifici, stazioni di servizio – che avrebbero sottratto al pagamento un quantitativo complessivo di energia elettrica pari a 4,6 milioni di Kw/h, per un importo di circa 1,3 milioni di euro. All’interno di numerosi esercizi commerciali delle due province, quindi, i Baschi verdi hanno scoperto durante i controlli numerosi allacciamenti alla rete elettrica abusivi o con contatori artatamente modificati. In un caso, i finanzieri hanno proceduto all’arresto di una persona, titolare, a Bitonto, di un’autocarrozzeria. IL MIO COMMENTO: Nel 2002 presi il treno dall’aeroporto di Bangkok in direzione centro città vedendo diverse baracche con fili attaccati alla corrente pubblica. Inoltre fogne a cielo aperto e un bel topone con la taglia di un cagnolino che passeggiva  lungo il fiume che sfiora la stazione. Almeno questo noi lo stiamo evitando

DA SUDPRESS.IT (come la foto) – Rubano luce a Niscemi: sei denunciati (09/04/2014 ) – Il furto di energia elettrica è divenuto prassi a Niscemi. Si è arrivati a rubarla perfino al commissariato di polizia. Gli agenti hanno puntato i fari su questo fenomeno ed hanno scoperto altri episodi. Un niscemese ha trovato il sistema ed ha allacciati abusivamente tutti i contatori delle sue proprietà: l’abitazione privata, il bar e perfino la villa in campagna, in barba a tutti i concetti di legalità che vengono sbandierati ogni giorno. Il commissariato di polizia ha scoperto altri ‘ladri di luce che hanno “pensato bene di risparmiare” sui consumi, manomettendo i contatori della fornitura di energia elettrica, allacciandosi abusivamente.  Uno di loro fa di più : allaccia abusivamente il suo contatore  in tre siti, fra cui quello di un locale commerciale: due donne quattro uomini denunciati per furto aggravato”. Nell’ambito  dei servizi di controllo del territorio, disposta dal Questore della Provincia di Caltanissetta , dott. Filippo Nicastro –  gli uomini del Commissariato di Niscemi – diretti dal commissario Capo Gabriele Presti, hanno denunciato in stato di libertà 6 persone di Niscemi. Si tratta di  B.M. di 51 anni, B.G di 28, C.C. di 55 anni, M.S di 44 , M.C.C., donna, di 43, S.C., donna di 40 anni, indiziati del reato di furto aggravato,in quanto avrebbero manomesso gli apparati contatori dell’energia elettrica, per ripristinare fornitura cessate, allacciandosi abusivamente alla rete Enel, violando i dettami dell’art. 624 e 625 c.p.. Gli agenti niscemesi, e il personale tecnico Enel, hanno effettuato verifiche in alcune abitazioni e locali commerciali della città, è stato allora che i tecnici Enel, nell’ambito di diversi sopralluoghi, hanno constato che sei persone, nelle loro abitazioni, avevano messo in atto, attraverso un articolato sistema di allaccio abusivo, il furto della corrente elettrica ai danni della rete Enel, collegando i cavi di approvvigionamento abusivo, ancor prima dell’arrivo al contatore, attraverso cavi nascosti in tubi di plastica. 

  • arthemis |

    con bassi consumi, esercize e imprese possono anche giustificare bassi ricavi.. (PS l’energia si misura in kWh)

  Post Precedente
Post Successivo