Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

In Trentino domiciliari inefficaci

imagesCAPD8GF4Il primo dell’anno ha devastato una chiesa in Trentino, spaccando marmi, statue e arredi di pregio, tutti catalogati presso la Soprintendenza. Si tratta di un uomo di 67 anni, marocchino, Salah Briji, che era stato fermato dai carabinieri di Cles, vicino alla chiesa colpita. Condannato a un anno e quattro mesi ai domiciliari, con un’ora al giorno concessa fuori dall’abitazione nei giorni feriali, stamani è stato sorpreso dai carabinieri per strada nelle vie del paese. Aveva un bastone in mano ed era non lontano dalla parrocchia di Santa Maria Assunta, che era stata il suo obiettivo. Proprio con un bastone di ferro aveva colpito l’interno della stessa chiesa, tre giorni fa. Ora è stato arrestato per poi tornare davanti al Tribunale di Trento per un nuovo rito direttissimo.