Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Papa: impariamo a piangere

lacrimePapa Francesco incontrando i giovani delle Filippine risponde a June, ex bambina di strada che aveva chiesto «perché Dio permette questo e perché solo poche persone ci aiutano?». La risposta: «Una ragazza oggi ha posto l’unica domanda che non ha una risposta… Esiste una compassione mondana che non serve a nulla: al massimo consiste nel mettere una mano in tasca ed allungare una moneta. Se Cristo avesse avuto questo tipo di compassione, sarebbe semplicemente passato, avrebbe curato tre o quattro persone e se ne sarebbe tornato dal Padre. Solamente quando Cristo pianse e fu capace di piangere, comprese ciò che accadeva nelle nostre vite… La risposta che noi diamo oggi è: impariamo a piangere. Gesù nel Vangelo pianse, pianse per un amico morto, pianse nel suo cuore per quella famiglia che ha perduto sua figlia, pianse nel cuore quando vide una povera vedova che ha dovuto seppellire il figlio, ma soprattutto pianse nel suo cuore e fu mosso a compassione quando vide una moltitudine di persone senza un pastore. Se non imparate come si piange non potrete essere buoni cristiani… Questa è una sfida. E quando ci chiedono perché soffrono i bambini? Perché capita questo o quest’altra tragedia nella vita? La nostra risposta può essere o il silenzio, o la parola che nasce dalle lacrime. Siate coraggiosi. Non temete di piangere».