Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Anestesia? Anche no grazie

anestesia_totale_rischi
Il sostituto pg di Milano Laura Barbaini ha chiesto una riduzione in appello, da trent’anni a 24 anni di reclusione, della condanna inflitta in primo grado a R. B., un falso fisioterapista e medico sportivo che avrebbe violentato un centinaio di pazienti, la maggior parte dei quali maschi, abusando di loro dopo averli sedati con anestetici. Benatti, che si è reso irreperibile appena cominciata l’inchiesta, è tuttora latitante. L’uomo, titolare di studi con un avviato giro di clienti a Gallarate (Varese) e in provincia di Belluno, era stato arrestato nel luglio 2007 e poi scarcerato. I carabinieri avevano trovato nel suo computer un archivio con decine di fotografie delle parti intime delle vittime. Gli abusi erano venuti alla luce quando uno dei pazienti, nonostante fosse stato narcotizzato, si era accorto che l’uomo lo stava violentando. Il 24 aprile 2013 Benatti era stato quindi condannato a trent’anni di reclusione dal Tribunale di Busto Arsizio (Varese). Oggi, nel processo d’appello a Milano, il sostituto pg ha chiesto la prescrizione per i reati di truffa, esercizio abusivo della professione medica e detenzione di sostanze stupefacenti, e la riduzione della pena a 24 anni di reclusione. Il difensore dell’uomo, l’avvocato Alberto Talamone, ha sostenuto che l’uomo sarebbe “soggetto a un impulso sessuale incontenibile, e quindi non pienamente capace di intendere e di volere”. La sentenza è prevista per il prossimo 18 marzo.