Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il pluriomicida Breivik (77 vittime) si lamenta perché in carcere gli servono caffè freddo

v2-28-breivik-ap
Anders Behring Breivik ha annunciato di avere iniziato uno sciopero della fame e di essere pronto a morire per protestare contro la sua condizione carceraria. L’autore delle stragi di Oslo e Utoya, che nel 2011 provocarono la morte di 77 persone, lamenta di essere stato tenuto in isolamento all’interno della sua cella fin dal 2 settembre e di poter disporre solamente di un’ora d’aria al giorno. Breivik, che nel 2012 fu condannato a 21 anni di carcere, ha espresso la sua protesta tramite una lettera inviata i media norvegesi. Inoltre, il 36enne terrorista norvegese si lamenta di essere stato costretto ad abbandonare gli studi di Scienze politiche a causa delle peggiorate condizioni carcerarie. Breivik era stato ammesso al corso di laurea dall’Università di Oslo lo scorso luglio. A smentire la notizia che Breivik abbia già iniziato lo sciopero della fame è stato il direttore del carcere di Skien , dove il terrorista è detenuto, intervistato dalla Bbc. Il ministro della Giustizia norvegese Anders Anundsen, interpellato dalla stampa locale, non ha voluto rilasciare alcun commento. In precedenza, Breivik aveva denunciato le condizioni «inumane» alle quali era costretto in carcere, includendo tra i presunti soprusi anche il fatto che il caffé della mensa era spesso servito freddo.