Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sydney, 15enne urla Allah e uccide agente

ISISflag
Ha agitato la pistola in aria e gridato «Allah!» prima di sparare a bruciapelo e uccidere un impiegato davanti alla questura di Sydney: l’Australia e’ sotto shock per il gesto di un ragazzino di 15 anni che il premier, Malcolm Turnbull, ha definito «un atto di terrorismo politicamente motivato». L’adolescente, nato in Iran ma di etnia curda-irachena, è stato ucciso dalla polizia in una sparatoria dopo che aveva aperto il fuoco contro Curtis Cheng, dipendente del settore finanziario della questura, freddandolo. Era vestito con un abito nero